FDA, ok per edoxaban nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare

Ai primi di gennaio, l’Ente regolatorio statunitense ha dato il via libera ufficiale a edoxaban. Il farmaco appartenente alla generazione dei nuovi anticoagulanti orali, si aggiunge così ai già approvati dabigatran, rivaroxaban e apixaban. È indicato per la riduzione dello stroke e degli eventi embolici sistemici in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare. Edoxaban è stato approvato anche per il trattamento della trombosi venosa profonda

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Login utenti registrati
   
Nuovo utente
*Indicare l'accettazione delle condizioni di servizio TOS
*Campo obbligatorio