Prosegue la campagna contro “l’abolizione” del MMG

Prosegue la campagna contro l’abolizione del medico di famiglia, che FIMMG sta portando avanti da qualche tempo. In questo ambito si è inserita anche l’iniziativa “Studi aperti nei week end”. Sabato 23 e domenica 24 maggio sono rimasti aperti al pubblico numerosi studi di medici in diverse province italiane, dove i MMG hanno esposto cartelli e distribuito materiale informativo per spiegare ai cittadini quanto grandi siano “i rischi” che la Medicina generale e il SSN stanno correndo in questo momento.

In parallelo maxi manifesti con lo slogan di ManifestiAmoFimmg “Io non vado col primo che capita. Il mio medico di famiglia lo scelgo io” hanno tappezzato le città italiane e ‘viaggiano’ ormai da alcuni giorni sui mezzi pubblici locali.  Più di trecento gli autobus tra Bologna, Genova e Torino coinvolti nell’iniziativa, ma anche la linea tram Darsena di Milano.