Cambiano i “vertici” dell’INT di Milano

INT Milano

Cambiano i vertici dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Le nomine avvenute prima di Natale da parte della Giunta Maroni, hanno designato a partire da gennaio alla guida dell’Istituto Enzo Lucchini nuovo presidente, e Luigi Cajazzo, già direttore amministrativo, direttore generale. Ad affiancare Lucchini e Cajazzo c’è un consiglio di amministrazione parzialmente rinnovato composto da Andrea Gambini, Carolina Pellegrini, Roberto Comazzi, Francesca Zanconato, insieme ad Andrea Gentile designato dal ministero della Salute e Alberto Mattioli nominato dal comune di Milano. “Nell’assumere gli incarichi di presidente e direttore generale di questa Fondazione, siamo pronti a lavorare e collaborare alla crescita e allo sviluppo di questa prestigiosa Istituzione”, hanno sottolineano Lucchini e Cajazzo.
“La cura e la ricerca in oncologia, che costituiscono la missione dell’Istituto Nazionale dei Tumori, si reggono sul sacrificio e sulla passione di tutti coloro che lavorano in INT. Per i pazienti che si affidano, numerosi, al nostro Istituto, abbiamo il dovere di lavorare insieme e perseguire obiettivi il più possibile condivisi non solo offrendo le migliori cure disponibili, ma anche sviluppando ulteriormente la ricerca traslazionale, fiore all’occhiello di INT e unico modo per arrivare, un giorno, a trovare soluzioni definitive per sconfiggere il cancro”.

Articoli collegati