Ottobre, mese della prevenzione del tumore al seno

Diffondere la prevenzione anche nella fascia di età (tra i 35 e i 50) in cui non è raccomandato lo screening. Questo l’obiettivo della campagna “Nastro Rosa” lanciata dalla Lega Italiana per la Lotta contro i tumori (LILT), con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Salute.

La campagna della Lilt, che è giunta  alla 25° edizione, ha scelto come testimonial il volto di Ilary Blasy con l’hastag #METTILOKO

“Il tumore della mammella – ha dichiarato  Francesco Schittulli, presidente nazionale Lilt-Lega italiana per la lotta contro i tumori – rappresenta il 28% delle neoplasie femminili e continua ad essere per le donne il ‘big killer numero uno’. I più recenti dati relativi a questa patologia, inoltre, non sono rassicuranti: l’incidenza del cancro al seno è infatti cresciuta in tutte le classi d’età, ed in particolare del 41% tra le donne al di sotto dei 50 anni. Per invertire questa tendenza chiediamo con forza di estendere anche alle donne più giovani il programma di screening previsto dal Ssn, che al momento è riservato principalmente alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni. Così si innalzerebbe la guaribilità, già oggi attestatasi a un buon 80-85%”.

Nel mese di ottobre oltre 350 ambulatori, distribuiti su tutto il territorio nazionale, sarà possibile effettuare visite gratuite e visite senologiche. La Lilt ha attivato anche la “Linea Sos Lilt”, un numero verde nazionale (dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 15) per avere informazioni su strutture specialistiche oncologiche, iter burocratici e altre esigenze legate alla malattia.

Per il mese delle prevenzione in rosa sono previste in molte città italiane iniziative culturali e di informazione. L’IRCCS Humanitas di Milano ha in programma “Sorrisi in Rosa”, una mostra-libro che racconta la storia di 12 donne, che hanno condiviso un percorso di cura e la voglia di raccontare al mondo la loro rinascita. Nelle giornate del 2, 16 e 23 ottobre sarà possibile affrontare il tema con alcuni specialisti dell’ospedale che risponderanno alle domande in diretta su Facebook.

Il programma prevede

  • 2 ottobre: il responsabile Breast Unit Humanitas Corrado Tinterri e la case manager Margarita Gjeloshi parleranno di diagnosi, trattamenti, percorsi di cura personalizzati e Ricerca sul tumore al seno
  • 16 ottobre: il responsabile associato Breast Unit Humanitas Alberto Testori e Luisa Morniroli, fotografa e protagonista del progetto “Sorrisi in rosa” parleranno di prevenzione
  • 23 ottobre: il divulgatore scientifico della Fondazione Veronesi Marco Bianchi dialogherà con il responsabile Chirurgia Plastica di Humanitas Marco Klinger sulla chirurgia dopo un tumore al seno
Sabato 14 Ottobre dalle 8.30 alle 17.30 presso il Centro Congressi di Humanitas (via Manzoni 113,  Rozzano), si tiene la conferenza “Paziente diplomata” che mette insieme esperti del settore e donne che hanno superato la malattia.
L’evento, promosso da Humanitas Cancer Center in collaborazione con la Scuola Italiana di Senologia, è organizzato dal dott. Wolfgang Gatzemeier, vice responsabile della Senologia di Humanitas, insieme alla dottoressa Emilia Marrazzo e al dottor Claudio Andreoli. La partecipazione è gratuita previa iscrizione tramite www.humanitasedu.it – 02.8224.2369 centro.congressi@humanitas.it.

Scendono in campo per la prevenzione anche grandi marchi della cosmesi, della distribuzione e dell’industria alimentare. A partire dalla seconda metà del mese, 100 milioni di banane Chiquita in tutto il mondo indosseranno uno speciale bollino rosa