Vaccini, un premio alla buona comunicazione in rete

La richiesta di informazione sui vaccini è molto presente sul web. L’Health Web Observatory utilizzando parole chiave su questo tema ha evidenziato oltre 39.500 citazioni in soli tre mesi. La maggioranza delle informazioni arriva agli utenti dai social (twitter, facebook) e gli utenti sono in maggioranza nella fascia di età tra i 35 e i 54 anni, quindi nell’età genitoriale.

Ma qual è l’atteggiamento verso i vaccini in rete? Prevalentemente negativo (44% del totale delle menzioni) in parte neutrale (40%), solo il 16% risulta positivo. “Tuttavia le menzioni più popolari nei due canali social più rilevanti – oltre 3milioni e 300mila utenti su Twitter e oltre 1 milione e 100mila su Facebook – sono positive”, precisa Ketty Vaccaro, sociologa e Presidente dell’Health Web Observatory.

Per promuovere una buona comunicazione in rete sulle vaccinazioni Sanofi Pasteur lancia il progetto #PercheSi, che prevede due iniziative: un contest e un laboratorio di idee per fare rete sulla comunicazione in ambito vaccinale. Il progetto partirà a gennaio 2018 e la premiazione finale si terrà a giugno 2018.

Nel contest verranno messe a confronto le campagne degli ultimi 18 mesi e che riguardano il tema della vaccinazione. Le iscrizioni si apriranno a gennaio 2018 e potranno partecipare Università, centri di ricerca, associazioni, società scientifiche, ASL e distretti sanitari. Al progetto vincitore, valutato da una giuria composta dai rappresentanti del “Calendario per la Vita” ed esperti di comunicazione, verrà offerto un master intensivo in comunicazione vaccinale in una struttura italiana di eccellenza.

Il progetto #PerchéSì svilupperà anche  un laboratorio di idee con la partecipazione di grafici, designer, studenti e neolaureati in comunicazione medico-scientifica, freelance legati al mondo del visual e del video, che si confronteranno con gli esperti di comunicazione in quest’ambito, i finalisti del contest, per lo sviluppo di nuove idee comunicative. Le iscrizioni saranno aperte a febbraio 2018. Al team vincitore sarà offerto un viaggio-studio all’Institute of Interaction Design di Copenaghen.

“Il progetto #PerchéSì apre una nuova grande opportunità: creare una piattaforma di comunicazione sull’importante tema dei vaccini dove la creatività si incontra col sapere scientifico” – commenta Simona Maschi, direttore e cofondatore del Copenaghen Institute of Interaction Design e Copresidente della Giuria di #PerchéSì – “Crediamo in un approccio di “open innovation” dove individui ed organizzazioni pubbliche lavorano insieme per raggiungere il massimo livello di trasparenza e accuratezza nel comunicare il valore del vaccino nella società contemporanea”.