Integratori alimentari, le linee guida per una comunicazione corretta

Gli integratori alimentari, le loro proprietà e le possibilità di impiego sono spesso oggetto di informazioni superficiali o prive di fondamento scientifico, che hanno ampia risonanza sui mass media e ancor di più sul web.

Si tratta di una tematica di grande interesse sanitario vista la sempre maggiore diffusione di questi prodotti.

FederSalus, Associazione Nazionale Produttori e Distributori di Prodotti salutistici, ha sviluppato delle Linee Guida per una corretta comunicazione commerciale e di aggiornamento scientifico sugli integratori alimentari.

L’obiettivo è quello di fornire un quadro di riferimento chiaro a tutela dei produttori e dei consumatori di integratori, basato sulle normative italiane ed europee.

Nel documento di FederSalus si elencano i principi generali a cui deve attenersi una comunicazione corretta, andando poi nel dettaglio della comunicazione al consumatore, agli operatori sanitari, sui canali digitalei e nei comunicati stampa.

Nel capitolo dedicato ai principi generali, le linee guida definiscono i confini di una comunicazione che dia all’integratore il suo giusto ruolo, che non è quello di sostituire i farmaci o il corretto stile di vita.

Si precisa, tra l’altro, che le comunicazioni commerciali non devono in nessun caso “Attribuire ai prodotti proprietà o caratteristiche che non possiedono”, “Attribuire ai prodotti proprietà terapeutiche o proprie di prevenzione e cura delle malattie”. Inoltre, le comunicazioni sugli integratori non devono “Suggerire che la salute sarebbe compromessa dal mancato consumo del prodotto” e “Affermare o suggerire che un integratore alimentare può essere inteso come sostituto di una dieta variata, equilibrata e di uno stile di vita sano”.

Nel capitolo dedicato alla comunicazione commerciale al consumatore sono ricordate le norme per riportare correttamente le indicazioni nutrizionali e sulla salute.

Per quanto riguarda la comunicazione agli operatori sanitari, le linee guida ricordano che “I contenuti della comunicazione Ccommerciale devono essere sempre documentati e documentabili quando proposti dagli Informatori scientifici, dagli Agenti di commercio o da altri professionisti comunque coinvolti nella promozione del prodotto”.

Un altro capitolo ricorda le norme da seguire per una comunicazione corretta e trasparente nei asiti Web, nei canali digitali e nella stesura di comunicati stampa. Sono previste anche segnalazioni a FedreSalus nel caso di comunicazioni scorrette.

Le linee guida complete sono consultabili sul sito di FederSalus.

 

Articoli collegati