Ipertensione, consulenze gratuite in 800 farmacie

Si chiama Progetto Zero, l’iniziativa dell’Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale (A.L.I.Ce. Italia Onlus) con la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) che coinvolge oltre 800 farmacie distribuite sul territorio nazionale. Infermieri formati e specializzati forniranno una consulenza a tutto campo sull’ipertensione, che comprende  misurazione della pressione sanguigna, test sui valori glicemici,  suggerimenti per la prevenzione e gestione quotidiana dei disturbi, oltre alla compilazione di una scheda per identificare il rischio individuale sulla base dei valori rilevati e di fattori come età, patologie, stili di vita.

 “Il farmacista ha un ruolo fondamentale per sviluppare attività di screening, prevenzione ed educazione dei cittadini sui rischi cerebro e cardiovascolari associati all’ipertensione e al diabete – dichiara Nicoletta Reale, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Onlus – La capillarità del servizio e la specializzazione del personale delle farmacie permette lo sviluppo di un efficace modello di prevenzione e informazione per ipertesi e diabetici, anche quelli che non sanno di esserlo. Obiettivo del Progetto è quello di informare la popolazione e spronarla a seguire comportamenti e stili di vita corretti”.

Il progetto, realizzato grazie al supporto non condizionato di Corman, giunto alla seconda edizione, l’anno scorso è stato premiato al Cosmofarma Innovation & Research Award.

“L’ipertensione è tra i principali fattori di rischio per eventi cardiovascolari e cerebrovascolari, che sono la prima causa di mortalità nei Paesi occidentali – ricorda Damiano Parretti, responsabile Progetti Area Cronicità della Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie. – In Italia, colpisce circa il 30% degli individui adulti, molti dei quali neanche lo sanno. Il 19% degli uomini e il 14% delle donne sono in una condizione di rischio; i pericoli aumentano con l’aumentare dei valori pressori. Il rischio è decisamente maggiore nella popolazione diabetica, pari a circa 3,5 milioni di italiani, di cui 1,3 milioni non diagnosticati. Nel 70% dei casi, i pazienti con diabete mellito di tipo II sono ipertesi”.

A.L.I.Ce. Italia Onlus riunisce i pazienti, i loro familiari e i caregiver (infermieri, fisioterapisti) nella prevenzione e cura dell’ictus, oltre a medici di medicina generale, fisiatri, neurologi e gli specialisti nella diagnosi e nel trattamento dell’ictus.

Nel 2016 è stato fondato l’Osservatorio Ictus Italia, grazie ad un’iniziativa congiunta di A.L.I.Ce., dell’Intergruppo Parlamentare sui problemi sociali dell’Ictus, dell’Italian Stroke Organisation e dell’European Stroke Organization, cui hanno immediatamente aderito anche l’Istituto Superiore di Sanità I.S.S. (Dipartimento Malattie Cardiovascolari, Dismetaboliche e dell’Invecchiamento) e la stessa SIMG. Principale mission dell’Osservatorio è promuovere maggiore consapevolezza delle problematiche legate all’ictus, contribuendo a politiche dedicate sia a livello nazionale che regionale.

L’elenco completo delle farmacie aderenti e il calendario delle giornate, in continuo aggiornamento, è disponibile sui siti di A.L.I.Ce, Osservatorio Ictus, Mia Farmacia e Corman

 

Related posts