skip to Main Content
pressione farmacista e1557757612847

Ipertensione, consulenze gratuite in 800 farmacie

Si chiama Progetto Zero, l’iniziativa dell’Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale (A.L.I.Ce. Italia Onlus) con la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) che coinvolge oltre 800 farmacie distribuite sul territorio nazionale. Infermieri formati e specializzati forniranno una consulenza a tutto campo sull’ipertensione, che comprende  misurazione della pressione sanguigna, test sui valori glicemici,  suggerimenti per la prevenzione e gestione quotidiana dei disturbi, oltre alla compilazione di una scheda per identificare il rischio individuale sulla base dei valori rilevati e di fattori come età, patologie, stili di vita.

 “Il farmacista ha un ruolo fondamentale per sviluppare attività di screening, prevenzione ed educazione dei cittadini sui rischi cerebro e cardiovascolari associati all’ipertensione e al diabete – dichiara Nicoletta Reale, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Onlus – La capillarità del servizio e la specializzazione del personale delle farmacie permette lo sviluppo di un efficace modello di prevenzione e informazione per ipertesi e diabetici, anche quelli che non sanno di esserlo. Obiettivo del Progetto è quello di informare la popolazione e spronarla a seguire comportamenti e stili di vita corretti”.

Il progetto, realizzato grazie al supporto non condizionato di Corman, giunto alla seconda edizione, l’anno scorso è stato premiato al Cosmofarma Innovation & Research Award.

“L’ipertensione è tra i principali fattori di rischio per eventi cardiovascolari e cerebrovascolari, che sono la prima causa di mortalità nei Paesi occidentali – ricorda Damiano Parretti, responsabile Progetti Area Cronicità della Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie. – In Italia, colpisce circa il 30% degli individui adulti, molti dei quali neanche lo sanno. Il 19% degli uomini e il 14% delle donne sono in una condizione di rischio; i pericoli aumentano con l’aumentare dei valori pressori. Il rischio è decisamente maggiore nella popolazione diabetica, pari a circa 3,5 milioni di italiani, di cui 1,3 milioni non diagnosticati. Nel 70% dei casi, i pazienti con diabete mellito di tipo II sono ipertesi”.

A.L.I.Ce. Italia Onlus riunisce i pazienti, i loro familiari e i caregiver (infermieri, fisioterapisti) nella prevenzione e cura dell’ictus, oltre a medici di medicina generale, fisiatri, neurologi e gli specialisti nella diagnosi e nel trattamento dell’ictus.

Nel 2016 è stato fondato l’Osservatorio Ictus Italia, grazie ad un’iniziativa congiunta di A.L.I.Ce., dell’Intergruppo Parlamentare sui problemi sociali dell’Ictus, dell’Italian Stroke Organisation e dell’European Stroke Organization, cui hanno immediatamente aderito anche l’Istituto Superiore di Sanità I.S.S. (Dipartimento Malattie Cardiovascolari, Dismetaboliche e dell’Invecchiamento) e la stessa SIMG. Principale mission dell’Osservatorio è promuovere maggiore consapevolezza delle problematiche legate all’ictus, contribuendo a politiche dedicate sia a livello nazionale che regionale.

L’elenco completo delle farmacie aderenti e il calendario delle giornate, in continuo aggiornamento, è disponibile sui siti di A.L.I.Ce, Osservatorio Ictus, Mia Farmacia e Corman

 

Ultima revisione: 12 Febbraio 2019 – Pierpaolo Benini

Pierpaolo Benini

Giornalista pubblicista, fotografo, webmaster.