Linfoma non-Hodgkin, buoni risultati di polatuzumab da uno studio in fase II

Polatuzumab vedotin in associazione a rituximab più bendamustina ha più che raddoppiato la sopravvivenza complessiva rispetto a rituximab più bendamustina in uno studio di fase Ib/II nel linfoma diffuso a grandi cellule B recidivati o refrattario. Questi dati sono stati presentati al 60° Congresso annuale della Società americana di ematologia (American Society of Hematology, ASH). Il linfoma diffuso a grandi cellule B  è il sottotipo

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
*Campo obbligatorio

Articoli collegati