Sclerosi Multipla, apre a Genova il nuovo Centro di Ricerca in Risonanza Magnetica

Nasce presso il Padiglione Specialità – Neuroradiologia dell’Ospedale San Martino di Genova un nuovo Centro di Ricerca in Risonanza Magnetica sulla sclerosi multipla e patologie neurologiche. Il progetto è stato realizzato grazie al sostegno della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla (FISM) e dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) (proprio quest’anno ricorre il cinquantenario della sua fondazione), dell’Ospedale Policlinico San Martino e dell’Università degli studi di Genova.

Il Centro è dotato di un Tomografo a Risonanza Magnetica di fascia alta 3 tesla, Siemens MAGNETOM Prisma – System da dedicare alla ricerca scientifica. Si tratta di un macchinario di risonanza magnetica altamente innovativo, primo in Italia. E’ stato acquistato dalla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla (FISM) e sarà a disposizione dei gruppi di ricerca degli enti fondatori, dopo la firma dell’accordo siglato lo scorso aprile 2017, alla presenza di Sonia Viale, vicepresidente ed assessore alla Sanità della Regione Liguria.

Negli ultimi anni, l’impegno strategico di AISM, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario, e della sua fondazione FISM, si è intensificato proprio verso la promozione di reti di eccellenza, nella creazione e nel finanziamento di infrastrutture di ricerca come i centri di risonanza magnetica, nella promozione di iniziative di ‘Data Sharing’ quale ad esempio il Networking Italiano di Neuroimaging (“INNI”), composto da centri di eccellenza italiana per la ricerca scientifica di risonanza magnetica, dotati di macchinari 3T, per l’ottimizzazione dell’utilizzo di tecniche avanzate di risonanza magnetica. Il Centro di Ricerca genovese farà parte di questo network.

Il Centro di Ricerca di Risonanza Magnetica è diretto da un comitato di gestione, presieduto da Mario Alberto Battaglia, presidente di FISM. Ne fanno parte Gianluigi Mancardi, direttore DINOGMI Università degli Studi di Genova, Lucio Castellan, direttore Dipartimento della diagnostica della patologia e delle cure ad alta complessità tecnologica Ospedale Policlinico San Martino; Paolo Bandiera, avvocato e direttore affari generali di AISM.

L’attività scientifica del Centro di Ricerca sarà guidata da un comitato scientifico presieduto da Matilde Inglese, Professore Associato DINOGMI Università degli Studi di Genova; composto da Carlo Serrati, Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Organi di Senso Ospedale Policlinico San Martino, Paola Zaratin, Direttore Ricerca Scientifica AISM – FISM Onlus, Giampaolo Brichetto, Direttore Sanitario Servizio Riabilitazione AISM Liguria.

Related posts