Vista più acuta con il cioccolato fondente

Il consumo di cioccolato fondente ha effetti positivi, almeno a breve termine, sulla capacità visiva. Lo dimostra un originale studio americano che ha comparato gli effetti del consumo di cioccolato al latte e fondente sull’acuità visiva e la sensibilità al contrasto in uno studio randomizzato su 30 soggetti adulti.

I partecipanti al trial, divisi in due gruppi, hanno consumato una barretta di cioccolato fondente al cacao al 72% oppure una barretta di cioccolato al latte con riso croccante. Sono state scelte formulazioni alimentari simili a prodotti comunemente disponibili in commercio.

Dopo circa due ore i soggetti sono stati sottoposti a visita oculistica per testare l’acuità visiva e la sensibilità al contrasto (differenza tra zone chiare e scure), con caratteri piccoli e grandi.

I risultati, pubblicati sulla rivista Jama Ophtalmology, hanno mostrato che il cioccolato fondente influenza positivamente la funzionalità visiva.

I ricercatori mettono in relazione questi effetti con i flavonoidi presenti nel cacao, che aiutano il sistema vascolare periferico e quindi potrebbero determinare un aumento del flusso sanguigno a livello cerebrale e della retina, anche se il meccanismo specifico per il miglioramento visivo deve essere ancora indagato.

Gli autori dello studio, ricercatori dell’University of the Incarnate Word Rosenberg School of Optometry, San Antonio, Texas (USA) ricordano anche che la biodisponibilità dietetica dei flavonoidi è influenzata dal consumo contemporaneo di altri prodotti alimentari, come latte e caffè, dalla suscettibilità all’ossidazione e da una breve emivita, con una clearance plasmatica che si verifica in appena 4 ore.

Tuttavia la durata del miglioramento della prestazione visiva rimane da stabilire, così come la reale consistenza di questi effetti anche al di fuori dello studio controllato.