Agopuntura, lo IEO la sperimenta contro il dolore oncologico

L’istituto Europeo di Oncologia ha annunciato l’avvio di uno studio clinico che confronterà l’efficacia nel controllo del dolore tra l’agopuntura e la terapia antidolorifica standard post-operatoria nelle pazienti con tumore del seno di piccole dimensioni, sottoposte a intervento chirurgico conservativo in regime di day surgery.

Parteciperanno in totale 124 pazienti, di cui 62 riceveranno la terapia antidolorifica standard e 62 la sola agopuntura. I risultati preliminari su un gruppo di 15 pazienti hanno dimostrato che l’agopuntura da sola ottiene un ottimo controllo del dolore, dell’ansia e degli altri disturbi correlati all’intervento.

«L’impiego dell’agopuntura sul dolore in generale e nel dolore post-operatorio in particolare è noto, ma non abbastanza diffuso in Italia, tanto meno in oncologia» – spiega Agnese Cecconi, medico specialista in radioterapia oncologica e agopuntura dello IEO-. Lo svantaggio di questa mancata diffusione è tutto a carico dei pazienti italiani, che solo in minima parte usufruiscono di questa antica metodica, impiegata da millenni in medicina. Eppure l’evidenza scientifica circa l’efficacia dell’agopuntura nella gestione del paziente oncologico non manca. Ancora recentemente, nel giugno 2018 il prestigioso Journal of Clinical Oncology ha pubblicato le linee guida della SIO (Society for Integrative Oncology) approvate dall’American Society of Clinical Oncology (ASCO) per l’utilizzo delle terapie integrate, fra cui l’agopuntura, per la gestione dei sintomi e gli effetti collaterali della chemioterapia nelle pazienti con tumore del seno. Su queste basi IEO ha scelto di offrire l’opportunità dell’agopuntura ai suoi pazienti e di sviluppare la ricerca in questa disciplina, molto promettente per una migliore qualità di vita del malato oncologico”.

Ultima modifica:

pubblicista, fotografo, webmaster. collabora dal 2016

    Articoli collegati