Chiesi Farmaceutici diventa una società benefit

La forma è stata introdotta nel 2010 come Benefit Corporation negli USA e l’Italia, tra i primi paesi al mondo, ha adottato questo modello nel 2016. Le Società Benefit integrano nel proprio oggetto sociale una duplice finalità: oltre agli obiettivi di profitto perseguono lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente, e si impegnano a creare valore non solo per gli azionisti ma anche per gli altri portatori d’interesse.

Il Gruppo Chiesi ha annunciato di avere modificato il proprio statuto diventando una Società Benefit, in linea con la filiale americana del Gruppo, diventata una Benefit Corporation, mentre altre filiali di paesi come Brasile, Regno Unito, Germania, Spagna, Olanda e Francia, dove non c’è la società benefit, hanno previsto un’integrazione ad hoc dello statuto, con l’esplicitazione delle finalità di impatto sociale e ambientale.

“Questa trasformazione è una tappa importante di un percorso di evoluzione continua: vogliamo sempre più agire come una forza positiva, promuovere un modo consapevole e diverso di fare business e avere un impatto positivo sulla società e sulla natura, per contribuire a uno sviluppo veramente sostenibile”, spiega Alberto Chiesi, Presidente Chiesi Farmaceutici. “Con questa scelta, coerente con i nostri 84 anni di storia, Chiesi Farmaceutici adotta un modello che ci auguriamo venga compreso e fatto proprio da molte altre aziende, per contribuire assieme ad affrontare le grandi sfide del nostro tempo che anche le Nazioni Unite hanno voluto promuovere con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”.

 

Ultima modifica:

Giornalista professionista specializzato in editoria medico-scientifica, editor, formatore.