La celiachia è più frequente nei pazienti con dermatite atopica

Tra i pazienti con malattia celiaca o sensibilità al glutine non celiaca si registra una maggiore incidenza di malattie autoimmuni, che riguardano diversi organi e apparati. Tra queste c’è la dermatite atopica, una malattia cutanea cronica, spesso ad esordio infantile e frequentemente associata a sensibilità verso allergeni alimentari o aerei.

Partendo da questa premessa un team di ricercatori israeliani ha utilizzato un ampio database sanitario per valutare la possibile associazione tra celiachia e dermatite atopica.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Clinical Dermatology ha utilizzato i dati demografici e clinici di una popolazione di pazienti a cui è stata diagnosticata una dermatite atopica tra il 2002 e il 2017. Confrontando questi pazienti con un gruppo di controllo senza dermatite i ricercatori hanno verificato se ci fosse una maggiore prevalenza di celiachia.

Lo studio ha verificato anche l’eventuale maggiore prevalenza di celiachia nel sottogruppo degli adulti (>18 anni) e nel gruppo dei pazienti adulti con una dermatite atopica da moderata a grave.

I risultati

In totale lo studio comprendeva 116.816 pazienti di cui 45.157 adulti, 1.909 pazienti adulti avevano una dermatite atopica da moderata a grave. Il confronto con i gruppi di controllo ha rivelato un tasso di prevalenza maggiore di celiachia nell’intero gruppo (0,6% contro 0,4% del gruppo di controllo), nel gruppo dei soggetti adulti (0,6% contro 0,3%) e negli adulti con dermatite atopica da moderata a grave (0,8% vs. 0,3%)

Nell’analisi statistica multivariata la dermatite atopica è stata associata a una prevalenza significativamente più elevata di celiachia (OR = 1,609, IC 95% 1.42–1.82, p <0.001) nell’intera popolazione dello studio e in ciascun sottogruppo.

Le conclusioni

“Abbiamo osservato una significativa associazione tra dermatite atopica e celiachia – concludono gli autori dello studio – Questa associazione sottolinea la necessità di uno screening tempestivo delle morbilità gastrointestinali in soggetti con dermatite atopica per prevenire complicazioni a lungo termine.”

Va ricordato che il tema delle possibili associazioni tra intolleranza al glutine e altre malattie autoimmuni o allergiche è attualmente oggetto di studio. I ricercatori stanno verificando diverse ipotesi sui fattori che determinano una maggiore sensibilità dei pazienti celiaci ad allergie e malattie immuno-mediate, come i legame genetico o i possibili effetti dei danni alla mucosa intestinale causati dalla celiachia, che potrebbero aumentare la suscettibilità ad agenti patogeni o allergeni.

Ultima modifica:

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.