La microcitosi può essere un marker di tumore

La microcitosi, ossia la presenza di globuli rossi con un volume inferiore alla norma, generalmente viene associata a una condizione anemica, che può segnalare anche la presenza di tumori, come linfomi o ca. colorettale. Un nuovo studio inglese, condotto nell’ambito delle cure primarie, confrontando cartelle cliniche di soggetti con microcitosi con un gruppo di controllo con globuli rossi nella norma, ha riscontrato una maggiore incidenza di vari tipi di tumore, soprattutto nel sesso maschile.

Nello studio,  pubblicato sul British Journal of General Practice,  ricercatori dell’università di Exter (UK) hanno verificato l’incidenza del cancro in una coorte di pazienti di età ≥40 anni con microcitosi, con e senza anemia accompagnatoria, utilizzando le cartelle cliniche elettroniche di cure primarie.

In una coorte di 12.289 pazienti con microcitosi, 497 hanno avuto una nuova diagnosi di cancro entro 1 anno (4,0%) contro 1.465 su 73 150 pazienti senza microcitosi (2,0%). I tumori sono stati diagnosticati nel 6,2% degli uomini con microcitosi (contro il 2,7% senza microcitosi) e nel 2,7% della donne con microcitosi, (contro l’1,4%).

Le figure riassumono le percentuali di tumore riscontrate nei due gruppi.

 

Figura 1 I tipi di tumore più comunemente diagnosticati nelle donne con microcitosi a confronto con l’incidenza nella popolazione generale femminile del Regno Unito (da CRUK, Cancer Research UK, 2015). Da British Journal of General Practice 4 May 2020.

Figura 1 I tipi di tumore più comunemente diagnosticati negli uomini con microcitosi a confronto con l’incidenza nella popolazione generale maschile del Regno Unito (da CRUK, Cancer Research UK, 2015). Da British Journal of General Practice 4 May 2020.

 

“La microcitosi, sottolineano gli autori dello studio, è considerata un segno di carenza di ferro e di emoglobinopatie. La carenza di ferro è stata identificata come una caratteristica di alcuni tumori, in particolare del colon-retto. Tuttavia, la relazione tra microcitosi e altri tumori è in gran parte sconosciuta, inclusa l’importanza della microcitosi senza anemia. Questo studio ha riscontrato un rischio complessivo di cancro del 6,2% nei maschi di età ≥40 anni e del 2,7% nelle femmine di età ≥40 anni. Inoltre, anche con un normale conteggio dell’emoglobina, la microcitosi rappresenta un rischio piccolo ma significativo di cancro sottostante”.

 

Ultima modifica:

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.