Punto nel vivo, i consigli per difendersi da punture d’insetti e reazioni allergiche

Una puntura di vespa, ape o calabrone generalmente provoca solo una reazione in sede locale. In alcuni soggetti allergici però si possono presentare reazioni più o meno gravi, che possono arrivare anche a un esito fatale.

Sono alcuni dei consigli della campagna di informazione Punto nel vivo, patrocinata da FederAsma e Allergie Onlus-Federazione italiana, promossa da esperti dei principali Centri Allergologici Specializzati nella diagnosi e terapia dell’allergia al veleno di imenotteri con il contributo incondizionato di ALK-Abellò.

Per questo l’adrenalina autoiniettabile è indispensabile per chi è allergico al veleno di imenotteri e andrebbe portata sempre con sé.

L’adrenalina è però sensibile alle alte temperature e pertanto è opportuno munirsi di appositi contenitori termici; inoltre nel kit “salvavita” oltre all’adrenalina andranno anche tenuti cortisone e antistaminici. Comunque, nonostante l’automedicazione attuata, il soggetto andrà trasportato al più vicino Pronto Soccorso.

Un’ulteriore minaccia estiva è rappresentata dalla diffusione sempre maggiore della vespa Velutina Nigritorax o “Calabrone asiatico”. Una specie molto aggressiva nei confronti delle api.

“E’ importante sapere che questo imenottero si sta diffondendo nelle regioni del Nord-Italia e possiamo essere accidentalmente punti” spiega il dott. Oliviero Quercia, uno degli esperti di Punto nel vivo “perché così come api, vespe e calabroni (vespa crabro) può causare reazioni allergiche spesso gravi fino allo shock anafilattico.

Non dimentichiamo che in Italia 9 persone su 10 vengono punte almeno una volta nella vita da un’ape, una vespa o un calabrone. E fino a 8 su 100 possono sviluppare una reazione allergica di varia gravità al veleno di imenottero. Negli ultimi anni riscontriamo con una maggiore frequenza eventi anafilattici da punture di calabroni e nella zona a ridosso dell’appenino tosco-romagnolo abbiamo già individuato due pazienti con anafilassi provocata da puntura di questo imenottero, identificato dopo valutazione fotografica e entomologica”.

Per proteggersi dalle punture di imenotteri gli esperti allergologi di “Punto nel Vivo” hanno realizzato un vademecum con consigli pratici. Sui canali Facebook e Youtube di “Punto nel vivo” è possibile trovare informazioni semplici e pratiche e vedere più di 50 videointerviste realizzate con gli allergologi sui temi legati all’allergia al veleno di imenottero. Mentre su Instagram vengono lanciate rubriche periodiche per favorire la condivisione di scatti fotografici di api, vespe e calabroni.

Ultima modifica:

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.