Disturbi della nutrizione, istituito un fondo ministeriale

Con un emendamento votato dal Senato è stato istituito presso il Ministero della Salute il “Fondo per il contrasto dei Disturbi della Nutrizione e della Alimentazione”, con dotazione di 15 milioni di euro per il 2022 e 10 milioni per il 2023.  Al finanziamento accedono tutte le regioni.

Inoltre, il Ministero della Salute provvederà ad individuare la specifica area nei LEA (Livelli essenziali di assistenza), dei Disturbi della Nutrizione dell’Alimentazione (DAN), le cui prestazioni sono attualmente inserite nell’area della Salute Mentale.

Leonardo Mendolicchio, psichiatra – Direttore U.O.C. Riabilitazione dei Disturbi Alimentari e della Nutrizione – Auxologico Piancavallo, ha commentato:

Abbiamo iniziato a raccogliere i primi frutti di quello che abbiamo cercato di fare in questi anni, ognuno dalla propria prospettiva, le associazioni dei familiari, noi clinici, i ragazzi affetti dai disturbi del comportamento alimentare. Questo è un primo passaggio che ci consente davvero di iniziare a portare nell’agenda politica, in modo strutturato, il tema dei disturbi alimentari e i loro bisogni. Frutto di questo è stata anche la capacità di pungolare l’opinione pubblica attraverso la tv, i media i giornali, penso all’importanza di “Fame d’Amore” la docu-serie di Rai 3 su questo argomento. Ora la scommessa è non fermarsi, abbiamo capito che il metodo che ha messo in campo il movimento Lilla, a mettere tutti insieme a rappresentare delle istanze, è stato il metodo giusto.”

Ultima revisione: 27 Dicembre 2021 – Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.