Insufficienza cardiaca, un algoritmo predice il peggioramento

Un algoritmo che combina i trend rilevati dal monitoraggio remoto con il profilo clinico del paziente è in grado di predire il peggioramento dell’insufficienza cardiaca aiutando a contenere le ospedalizzazioni. è quanto emerge dallo studio SELENE HF di Biotronik presentato al congresso della Società europea di cardiologia (ESC 2021). Lo studio ha arruolato 918 pazienti in più centri con follow-up mediano di 22,5 mesi. I

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Accesso per utenti iscritti
   

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top