Melanoma, al via la campagna “Oltre la pelle. La prevenzione al centro”

melanomaNell’ultimo anno è diminuita la frequenza media delle visite di controllo e la conoscenza del melanoma dei soggetti più a rischio. Lo rivela un’indagine Doxapharma, che riporta un altro dato preoccupante: quasi l’80% degli intervistati non ha ritenuto importante fissare una visita per la mappatura dei nei. La prevenzione è il primo strumento per ridurre la probabilità di sviluppare un melanoma, il tumore della pelle più aggressivo che nel 2020 ha fatto registrare circa 14.900 nuove diagnosi con un aumento del 20%  rispetto all’anno precedente.
Per sensibilizzare la popolazione alla prevenzione secondaria parte la campagna “Oltre la pelle – La prevenzione al centro” promossa da Novartis con il patrocinio di società scientifiche e associazioni pazienti attive nell’area del melanoma.

Ignazio Stanganelli, direttore del Centro Clinico-sperimentale di Oncodermatologia – Skin Cancer Unit dell’Istituto Tumori della Romagna (IRST) IRCCS, spiega:

Il melanoma è il tumore più aggressivo della pelle legato alla trasformazione dei melanociti, responsabili del colore della pelle e dell’abbronzatura, su cute apparentemente sana o alla modifica di un neo preesistente. Sappiamo che uno dei fattori di rischio principali è proprio l’esposizione ai raggi solari e le scottature, soprattutto in giovane età. È importante aumentare la conoscenza di questo tumore perché, sebbene la ricerca negli ultimi anni ci abbia dato nuovi strumenti efficaci e mirati, la prevenzione rimane l’arma più potente che abbiamo”.

Ketty Peris direttore U.O.C. di Dermatologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS Roma e Presidente della Società Italiana di Dermatologia – SIDeMaST aggiunge:

Non è più tempo di rimandare, è tempo di rimettere la prevenzione al centro della nostra pratica clinica. Le persone a rischio di sviluppare un melanoma sono quelle con pelle chiara e occhi verdi/celesti, molti nei, e familiarità per melanoma e sono anche quelle che devono sottoporsi a controlli clinici più regolari, anche se il controllo dei nei dovrebbe diventare una sana abitudine per tutti.”

La campagna è promossa da Novartis con il patrocinio di: Intergruppo Melanoma Italiano (IMI), Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica (ADOI), Associazione Italiana Malati di Melanoma (A.i.Ma.Me.), Melanoma Italia Onlus (MiO), Associazione Pazienti Italia Melanoma (APAiM), Emme Rouge Onlus.

Ultimo aggiornamento il 10 Maggio 2021 di: Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top