Diabete, premiato il sistema di monitoraggio FreeStyle Libre 3

Il dispositivo sviluppato da Abbott si è aggiudicato il riconoscimento nella categoria “Medicina e Terapie Digitali” per le sue caratteristiche innovative che consentono un accurato controllo della glicemia in tempo reale

I sensori per il monitoraggio in continuo del glucosio nelle persone con diabete sono una realtà ormai consolidata da alcuni anni, ma i dispositivi di ultima generazione hanno raggiunto la piena funzionalità, anche grazie alla miniaturizzazione sempre più spinta dei componenti. È il caso di  FreeStyle Libre 3, sviluppato da Abbott, che si è aggiudicato il Prix Galien Italia 2022 nella categoria “Medicina e Terapie Digitali”.

Luigi Russo, general manager di Abbott Diabetes Care Italy, ha dichiarato:

Vincere il Prix Galien Italia rappresenta un importante riconoscimento al nostro impegno nel progettare una tecnologia accurata e accessibile, che sta cambiando davvero la vita di milioni di persone con diabete. Questo riconoscimento ci motiva ancora di più a continuare a innovare e offrire cure più personalizzate e precise, creare un canale di comunicazione condiviso tra le persone con diabete e il medico e consentire un maggior autocontrollo della propria salute.”

FreeStyle Libre 3 è l’ultimo nato all’interno della gamma FreeStyle Libre e si caratterizza per un sensore molto piccolo, più sottile di due monete da 5 centesimi sovrapposte, da applicare sulla parte posteriore del braccio, fino a un massimo di 14 giorni. Inoltre, si avvale di una tecnologia avanzata, che consente una comunicazione via bluetooth ai dispositivi mobile, a cui arrivano in tempo reale i valori di glicemia.

“FreeStyle Libre 3 è un sistema innovativo di monitoraggio in continuo del glucosio per adulti e bambini con diabete mellito”, si legge nelle motivazioni del Prix Galien. “Per le sue caratteristiche tecnologiche, può avere un impatto sociale potenzialmente molto significativo, considerando la rilevanza della popolazione di riferimento e la complessità della gestione di questa patologia. Il sistema ha una maggiore accuratezza di misurazione, rispetto ad altri sistemi analoghi, non necessita di calibrazione e garantisce la massima discrezione del monitoraggio, rendendo così i pazienti più attivi nei confronti della propria patologia, premessa fondamentale per il miglioramento degli esiti di salute.”

Il  nuovo dispositivo è stato progettato espressamente per i pazienti con una gestione della malattia più complessa, per esempio nei casi di diabete di tipo 1 che hanno bisogno di un monitoraggio in tempo reale, ma ha dimostrato la sua utilità anche nel diabete di tipo 2. Un recente studio appena pubblicato sul “Journal of Diabetes Technology & Therapeutics” ha dimostrato infatti che l’uso del sistema FreeStyle Libre è associato a una riduzione del 67% delle ospedalizzazioni, del 75% dei ricoveri per chetoacidosi diabetica e del 44% dei ricoveri per ipoglicemia grave.

Ultima revisione: 7 Novembre 2022 – Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.