Vitamina D, può essere utile nella prevenzione dell’Alzheimer?

Diverse ricerche hanno dimostrato un legame tra un basso livello di vitamina D e un maggior rischio di declino delle funzioni cognitive. Tanto che diverse ricerche stanno approfondendo i meccanismi attraverso i quali la vitamina D potrebbe influire sul funzionamento del cervello. (vedi qui). Vista questa premessa, ci si può chiedere se la supplementazione di […]

L’inquinamento atmosferico potrebbe favorire perdita di memoria e Alzheimer

“Questo è il primo studio che mostra, con un modello statistico, che l’inquinamento atmosferico è associabile a cambiamenti a livello cerebrale, connessi con il declino della memoria.” Così Andrew Petkus, professore di neurologia clinica alla Keck School of Medicine, University of Southern California (Usa) commenta i risultati di uno studio, pubblicato dalla rivista Brain, che […]

Calciatori più a rischio di Alzheimer e malattie neurodegenerative

Da tempo si sospettava che gli sportivi professionisti esposti a microtraumi cerebrali potessero avere un rischio maggiore di sviluppare patologie neurodegenerative come Alzheimer e morbo di Parkinson. La conferma arriva dal primo studio epidemiologico su un’ampia popolazione di calciatori professionisti, pubblicato sul New England Journal of Medicine. Daniel F. Mackay e colleghi dell’Università di Glasgow […]

Sonniferi, l’uso frequente potrebbe aumentare il rischio di demenza

L’uso frequente di sonniferi potrebbe aumentare il rischio di sviluppare una demenza negli anni successivi. Lo suggerisce una ricerca condotta dall’Università della California, San Francisco (USA) e presentata all’Alzheimer’s Association International Conference (AAIC) 2019. Yue Leng e coll. hanno preso in considerazione 3.068 adulti senza demenza di età compresa tra 70 e 79 anni. Inseriti […]

Alzheimeir, attenzione agli effetti nascosti del caldo

Le classiche raccomandazioni che si rivolgono soprattutto alle persone anziane nei periodi di grande caldo, come bere con regolarità, vestirsi adeguatamente e adeguare l’alimentazione, possono rappresentare un problema per le persone affette da demenza. Lo ricorda Orazio Zanetti, primario dell’Unità Operativa Alzheimer dell’Irccs Fatebenefratelli di Brescia : “Indossare un abbigliamento leggero, ridurre la temperatura corporea con […]

Olio d’oliva, nuovi dati sui meccanismi molecolari che prevengono l’Alzheimer

I polifenoli contenuti nell’olio extravergine d’oliva possono avere una funzione preventiva rispetto alla formazione di quelle proteine che, accumulandosi nel cervello, favoriscono lo sviluppo della malattia di Alzheimer. L’indicazione viene dal lavoro di una giovane ricercatrice italiana, Manuela Leri che appartiene alla rete rete Airalzh presso il Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche “Mario […]