Alzheimer, l’herpes virus può essere una causa frequente della malattia?

L’infezione da herpes virus potrebbe essere una delle cause più frequenti del morbo di Alzheimer. Lo sostiene Ruth F. Itzhaki, professoressa emerita all’Università di Manchester, cheha iniziato quasi trent’anni fa a studiare un possibile legame tra herpes virus e Alzheimer. Sulla base di una revisione di studi recenti, pubblicata sulla rivista Frontiers in Aging Neuroscience […]

Alte temperature, i consigli dei neurologi per i malati di Alzheimer e SM

L’aumento della temperatura può influire negativamente sui sintomi e sulle manifestazioni cliniche della malattia di Alzheimer e della Sclerosi Multipla. Lo ricordano i neurologi della SIN (Società Italiana di Neurologia), che forniscono anche alcuni suggerimenti pratici rivolti ai pazienti e ai caregivers, per superare senza problemi il periodo del caldo estivo. “D’estate le persone affette da Sclerosi […]

Alzheimer, rapporto europeo sui tempi della diagnosi e le comunicazioni al paziente

Alzheimer Europe, un organismo che riunisce 40 associazioni di pazienti in Europa, ha presentato al Parlamento Europeo l’European Carers’ Report 2018, un’inchiesta svolta in cinque paesi europei: Scozia, Olanda, Repubblica Ceca e Finlandia e Italia. Il rapporto è stato redatto sulla base di interviste a 1.409 familiari di malati di Alzheimer. Le domande più importanti […]

Alzheimer e Parkinson, i benefici delle terapie complementari

Livio Claudio Bressan, neurologo dell’Ospedale Bassini di Milano applica da anni con successo ai malati di Parkinson e Alzheimer una serie di terapie complementari come stimolazione cognitiva, fisiochinesi terapia, musicoterapia, logopedia. Non si tratta di un’alternativa alla medicina tradizionale, ma di un approccio complementare che punta a migliorare la qualità di vita del paziente. Per […]

Alzheimer, il colesterolo favorisce la formazione delle placche amiloidi

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature Chemistry ha rivelato che il colesterolo presente nel cervello accelera il processo di aggregazione delle placche di proteina beta-amiloide, che è uno dei meccanismi alla base dell’insorgenza e della progressione della malattia di Alzheimer. La ricerca condotta da un team internazionale, guidato dall’Università di Cambridge (UK), aveva l’obiettivo […]

Alzheimer, i disturbi del sonno possono essere un segno preclinico della malattia

Disturbi del ritmo circadiano, con sonnolenza durante il giorno e risvegli notturni, in persone con una memoria sana e nessun altro segno della malattia, potrebbero essere un sintomo precoce di Alzheimer. Lo rivela una ricerca pubblicata su JAMA Neurology. Diversi studi hanno indagato il legame tra Alzheimer e disturbi del ritmo sonno/veglia, ipotizzando che l’insonnia […]