Gravidanza più sicura con esercizio fisico e integrazione alimentare

Nella più recente edizione delle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per una corretta gestione della gravidanza (New guidelines on antenatal care for a positive pregnancy experience) si consiglia una supplementazione giornaliera di ferro e acido folico per prevenire l’anemia materna, sepsi nel puerperio, basso peso alla nascita e parto pretemine.

“In realtà – come ricorda Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia H. San Raffaele Resnati di Milano – gli integratori dovrebbero essere assunti almeno tre mesi prima della gravidanza, così è possibile ridurre dal 56% all’83% il rischio di malformazioni fetali, perché la loro comparsa e gravità possono essere modulate da fattori anche nutrizionali. Eppure solo il 4% delle donne italiane lo fa. Anche il puerperio è un periodo fondamentale della vita della mamma, purtroppo ancora oggi questa fase è molto trascurata, dai medici e dalla sanità pubblica. Per questo la prevenzione è importante, anche dal punto di vista degli integratori alimentari, per garantirle il miglior benessere anche dopo il parto.”

Graziottin è intervenuta a Milano alla presentazione a Milano del programma “L’arte della camminata in gravidanza”, organizzato da Italfarmaco, produttrice di Natalben Supra e Natalben Oro, due integratori specifici per la gravidanza in linea con le raccomandazioni Oms sopra citate.

L’esercizio fisico è un’altra delle raccomandazioni per un’ottimale gestione della gravidanza e il programma di Fitwalking presentato dell’ex marciatore olimpico Maurizio Damilano individua in varie 10 città italiane 16 percorsi ottimali per le donne in attesa.

“È un’attività motorio-sportiva – spiega Damilano – dove il benessere personale si fonde attraverso “una tecnica precisa” con l’attività sportiva raggiungendo importanti benefici fisici e psicologici. Ma è anche un modo di vivere, una filosofia di vita. Il Fitwalking è lo sport ideale sia in gravidanza che dopo il parto perché non è traumatico, allena tutte le fasce muscolari schiena compresa, è facilmente modulabile in base alle esigenze e, dopo il parto, con i debiti adattamenti, può essere praticato con il bambino. Il cammino va inoltre ad agire naturalmente sul pavimento pelvico con un’azione di rinforzo. I benefici a livello psico-fisico e lo scarico delle tensioni e dello stress provocate dall’attività fisica a passo di Fitwalking, aiutano nel dopo parto a prevenire e combattere i pericoli e problemi della depressione post partum”.