Tirzepatide, nuova opzione nella terapia del diabete di tipo 2

Nei pazienti con diabete di tipo 2, tirzepatide, agonista recettoriale sperimentale del polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (GIP) e del GLP-1, è non inferiore e superiore a semaglutide, riguardo al cambiamento medio del livello di emoglobina glicata rispetto al basale. È quanto emerge da un nuovo studio di fase III, in aperto, della durata di 40 settimane, i cui risultati sono stati pubblicati sul “New England Journal

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Accesso per utenti iscritti
   

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico

Back To Top