Medica e Compamed, innovazione protagonista alle fiere internazionali del medicale

46.000 visitatori specializzati (di cui il 73% di visitatori internazionali) provenienti da 150 nazioni hanno avuto l’opportunità di entrare in contatto diretto con i 3.033 espositori di MEDICA e i 490 di COMPAMED. Questi i numeri finali delle manifestazioni fieristiche specializzate che si sono tenute, di nuovo in presenza, alla fiera di Düsseldorf dal 15 al 18 novembre 2021.

Erhard Wienkamp, amministratore delegato di Messe Düsseldorf, ha dichiarato:

l’atmosfera nei padiglioni era molto rilassata e caratterizzata da un senso di ottimismo diffuso. Parlando con i nostri clienti, abbiamo capito che le aspettative sono state abbondantemente superate. Finalmente si sono potute creare nuove relazioni e rafforzare quelle esistenti.”

Nonostante le continue restrizioni al movimento internazionale delle merci, l’associazione tedesca dei produttori elettrici ed elettronici (ZVEI), prevede una crescita dell’8% per il mercato mondiale della tecnologia elettromedicale nell’anno in corso. Hans-Peter Bursig, ZVEI Managing Director Electromedical Technology spiega:

Come evento in presenza ibrida, MEDICA quest’anno ha fornito agli espositori e ai visitatori una piattaforma importante per lo scambio personale e virtuale sulle innovazioni dei prodotti medici e sulle tendenze attuali della tecnologia medica. In questo modo la fiera supporta gli espositori nel loro lavoro sia sui mercati europei che su quelli internazionali.”

L’argomento Covid-19 e i risultati della gestione della pandemia fino ad oggi è stato il filo conduttore di molti dei contributi nei forum e conferenze. Per esempio, la MEDICA MEDICINE + SPORTS CONFERENCE era dedicata alla questione del ritorno allo sport dopo una malattia di lunga durata, mentre il MEDICA ECON FORUM (organizzato da Techniker Krankenkasse) e il MEDICA HEALTH IT FORUM si sono concentrati sulla digitalizzazione dei processi nel settore sanitario.

Anche la giovane scena delle start-up era molto presente e attiva. La “13a Healthcare Innovation World Cup” si è concentrata su dispositivi innovativi e applicazioni intelligenti per il networking digitale e l’integrazione dei processi nel senso dell'”Internet of Medical Things”. La giuria di esperti ha selezionato 12 start-up (su 3000 candidati) per la finale del 15 novembre. Il vincitore è stato Implandata Ophthalmic Products dalla Germania con un microsensore impiantabile e biocompatibile per la cura del glaucoma a distanza.

La gamma di argomenti coperti invece dalle idee alla ’10° MEDICA Startup COMPETITION’ andava dall’intelligenza artificiale (AI), alle app per la salute o anche alla robotica. Phonolyser dalla Finlandia ha vinto la finale con la sua soluzione di prodotto con lo stesso nome per l’analisi intelligente del suono del cuore. L’analizzatore del suono del cuore combina l’intelligenza artificiale (elaborazione e analisi del segnale), la tecnologia Doppler (ultrasuoni) e l’analisi del suono per valutare e indagare in modo completo la presenza di malattie cardiache congenite.

Ultimo aggiornamento il 28 Novembre 2021 di: Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top