Esofagite eosinofila: disponibile budesonide in compresse orodispersibili

Con una prevalenza stimata di 22,7 casi ogni 100mila abitanti (43,4 su 100mila nella popolazione adulta), l’esofagite eosinofila (EoE) è considerata una malattia rara. Caratterizzata clinicamente da sintomi aspecifici di disfunzione esofagea quali pirosi, rigurgito,

(continua)

riservato agli iscritti

Accesso per utenti iscritti
   

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico