Linea Embrace, un supporto al MMG per l’assistenza ai malati cronici

Medici di famiglia, centri ospedalieri specializzati e farmacie. Il progetto Linea Embrace di Novartis è una proposta innovativa che punta ad “abbracciare” tutti i soggetti coinvolti nell’assistenza al paziente con malattie croniche.

Il progetto si vale di una rete di 80 giovani laureati in materie scientifiche, distribuiti su tutto il territorio nazionale, che entreranno in contatto con i MMG, per supportare con informazioni scientifiche e indicazioni pratiche l’assistenza ai malati cronici.

Gli obiettivi della Linea Embrace sono:

  • facilitare l’integrazione tra ospedale e territorio
  • ridurre i tempi della diagnosi
  • favorire l’aderenza terapeutica del paziente cronico.

“La nostra è una proposta concreta per voltare pagina sul tema cruciale dell’assistenza ai pazienti cronici – spiega Francesco Barbieri, head of Embrace franchise di Novartis Italia –vogliamo supportare il Medico di Medicina Generale che spesso si trova a lavorare in una sorta di isolamento. Il nostro progetto punta a favorire la comunicazione tra generalista e  specialista, in entrambe le direzioni.”

Gli 80 Advisor di Patologia che fanno parte del progetto hanno un’età compresa tra 24 e 29 anni e sono stati selezionati tra ben 5.500 candidati in tutta Italia. In un anno incontreranno 15mila MMG, con i quali affronteranno il tema della diagnosi precoce e del corretto percorso terapeutico per le principali patologie croniche, come scompenso cardiaco, asma, emicrania, psoriasi, spondiloartriti, orticaria.

Vale la pena di ricordare che in Italia sono circa 24 milioni i pazienti con patologie croniche, di questi 12,5 milioni sono afflitti da multicronicità con una spesa sanitaria intorno ai 67 miliardi di euro. L’assistenza ai pazienti cronici assorbe il 70% delle risorse sanitarie e genera il 55% dei contatti con i medici di famiglia.

Ultima modifica:

Giornalista professionista specializzato in editoria medico-scientifica, editor, formatore.

    Articoli collegati