Tumori della pelle, la nutrizione a supporto dell’immunoterapia

L’alimentazione può avere un ruolo nel percorso di cura dei tumori della pelle e delle malattie infiammatorie dermatologiche. L’attività delle diverse specie batteriche che compongono il microbiota intestinale influisce sul funzionamento del sistema immunitario e sul contrasto agli stati infiammatori. La composizione del microbiota intestinale, come indicato da diversi studi, può cambiare la risposta all’immunoterapia, utilizzata nella cura dei tumori e di malattie della pelle come la dermatite atopica.

Al tema “Immunoterapia e Nutrizione” è dedicato un progetto, che ha come responsabili scientifici Paolo Ascierto, direttore Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative presso l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale” di Napoli, Gabriella Fabbrocini, direttore UOC di Dermatologia Clinica presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Federico II di Napoli e Ignazio Stanganelli, direttore del Centro clinico e sperimentale di Onco-Dermatologia Skin Cancer Unit presso l’IRCCS Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori, ISRT Meldola (FC) con il supporto non condizionante di Sanofi Genzyme.

In collaborazione con le associazioni dei pazienti A.I.Ma.Me e ANDeA, e le società scientifiche SIDeMAST, IMI e Fondazione Melanoma, sono nati degli opuscoli informativi sull’importanza di una corretta alimentazione per il benessere generale del paziente, sia per i tumori che per le patologie infiammatorie della cute.

Alla presentazione del progetto abbiamo rivolto alcune domande al professor Stanganelli e a Giovanna Niero presidente dell’A.I.Ma.Me – Associazione Italiana Malati di melanoma e tumori della pelle.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento il 6 Ottobre 2020 di: Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top