Un nuovo anticorpo monoclonale per la terapia del mieloma multiplo

Approvato anche in Italia belantamab mafodotin, farmaco coniugato per pazienti con malattia recidivante/refrattaria Ogni anno nel nostro Paese circa 200 soggetti affetti da mieloma multiplo arrivano al termine della quarta linea terapeutica e vengono avviati a ulteriori cure meno efficaci o alle cure palliative. Ora per questi pazienti si aprono nuove prospettive di cura grazie all’approvazione di belantamab mafodotin, farmaco sviluppato da GSK definito “coniugato”.

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Accesso per utenti iscritti
   

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico