diabete obesita

Obesità, la chirurgia bariatrica aumenta il rischio di crisi epilettiche?

In uno studio canadese, presentato al meeting annuale dell’American Epilepsy Society (AES) la chirurgia bariatrica, che comprende diversi tipi di intervento chirugico su pazienti obesi per perdere peso, è risultata associata a un maggior rischio di crisi epilettiche.

Lo studio ha utilizzato i database sanitari dell’ICES (Institute for Clinical Evaluative Sciences) identificando 16.958 persone obese sottoposte a diversi tipi di chirurgia bariatrica tra il 1 luglio 2010 e il 31 dicembre 2016. Il gruppo è stato poi confrontato con una popolazione di più di 600mila persone obese che non avevano subito l’intervento. Sono stati esclusi i partecipanti di età inferiore ai 18 anni, quelli che avevano una storia di convulsioni, epilessia o fattori di rischio di epilessia. Esclusi anche i pazienti con un disturbo psichiatrico o con una storia di abuso/dipendenza da droghe o alcol.

I partecipanti sono stati seguiti fino al 31 dicembre 2019 per identificare i casi di epilessia di nuova insorgenza. Durante il follow up 73 partecipanti (0.4%), che avevano subito un intervento di chirurgia bariatrica hanno sviluppato crisi epilettiche. Nell’analisi finale è emerso un significativo aumento del rischio di epilessia nelle persone obese sottoposte a chirurgia bariatrica (HR 1,45 IC 95% 1,35-1,56), con un rischio significativamente aumentato di epilessia per coloro che avevano avuto un ictus durante il follow-up.

Gli autori concludono:

I nostri risultati suggeriscono che l’epilessia sia tra i rischi a lungo termine associati alla chirurgia bariatrica per la perdita di peso. La ricerca futura dovrebbe esplorare i meccanismi sottostanti a questa associazione.

L’alterazione del microbioma possibile causa delle crisi epilettiche

Anche se il meccanismo che potrebbe collegare la chirurgia bariatrica all’epilessia è sconosciuto, il primo autore dello studio Jorge Burneo, professore di Neurologia ed Epidemiologia e direttore del programma sull’epilessia alla Western University (Canada), ritiene che possa essere correlato a un microbioma intestinale alterato:

L’alterazione della biologia dell’intestino dopo l’intervento chirurgico ha probabilmente predisposto questi pazienti ad avere convulsioni.”

Ultima revisione: 1 Febbraio 2022 – Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.