DBS, la cura elettrica per il Parkinson non teme la risonanza magnetica

Dbs
DBS, la cura elettrica per il Parkinson non teme la risonanza magnetica. Grazie a un dispositivo di nuova concezione, sarà possibile effettuare l’esame anche su portatori di elettrostimolatore. Sono 60 milioni le procedure di risonanza magnetica eseguite ogni anno, con un trend di crescita che probabilmente verrà confermato nel prossimo futuro, data l’estrema precisione di questa metodica per la diagnosi di diverse patologie. Ma finora

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Login utenti registrati
   
Nuovo utente
*Indicare l'accettazione delle condizioni di servizio TOS
*Campo obbligatorio