Sonno & Salute, un progetto di aggiornamento sulle comorbidità cardio-metaboliche dell’insonnia

Pazienti ipertesi e diabetici, spesso manifestano sintomi di insonnia. D’altro canto, una scarsa qualità del sonno ha effetti negativi su diversi organi e apparati, con riflessi negativi sulle malattie croniche.

Con l’obiettivo di diffondere una maggiore cultura sui disturbi del sonno e sulle problematiche ad essi correlate e favorire un corretto approccio diagnostico e terapeutico ai pazienti con queste problematiche, parte la seconda edizione del Progetto Sonno & Salute.

Il progetto, realizzato con il contributo di Fidia Farmaceutici, prevede 18 corsi di formazione ECM territoriali dedicati ai Medici di Medicina Generale e agli specialisti (cardiologi, endocrinologi, geriatri, diabetologi, neurologi, internisti, psichiatri).

“Si tratta di un’ulteriore conferma dell’importante ruolo svolto dal sonno nel mantenimento di una corretta salute psico-fisica: ogni alterazione del cosiddetto orologio biologico interno, infatti, si ripercuote anche su altre funzioni fisiologiche fondamentali come i livelli ormonali, la temperatura corporea, la pressione arteriosa, il tono dell’umore e il metabolismo energetico – spiega Lino Nobili, coordinatore scientifico del Progetto, segretario della European Sleep and Research Society e responsabile del Centro di Medicina del Sonno dell’Ospedale Niguarda di Milano –  Associata ai disturbi del sonno, all’ipertensione e al diabete, vi è spesso una ridotta produzione di melatonina, un ormone naturale prodotto nella ghiandola pineale che regola i ritmi circadiani e il funzionamento corretto dell’orologio biologico interno nell’arco delle 24 ore. Oltre ad intervenire sul ritmo sonno-veglia, infatti la melatonina ha un’azione diretta nella regolazione del metabolismo energetico e del glucosio nell’arco delle 24-h. Inoltre, agendo sui ritmi circadiani e conseguentemente sulla pressione arteriosa, può influenzare anche il sistema cardiovascolare.”

I corsi vedranno impegnata una Faculty composta da diversi specialisti, oltre a Lino Nobili, coordinatore del progetto, contribuiranno Raffaele Ferri, presidente AIMS e direttore del Centro di Medicina del Sonno-Dipartimento di Neurologia presso l’Istituto Oasi IRCCS di Troina; Dario Arnaldi, Centro di Medicina del Sonno presso la Clinica Neurologica–Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Genova; Nicola Montano del Dipartimento di Scienze Cliniche e di Comunità dell’Università degli Studi di Milano, Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano; Bruno Trimarco del Dipartimento di Medicina Clinica, Scienze Cardiovascolari e Immunologiche presso l’Università Federico II di Napoli; Giovanni Sartore del Dipartimento di Medicina Diabetologia e Dietetica dell’Università di Padova.

Il progetto è realizzato con il supporto di AIMS (Associazione Italiana Medicina del Sonno), SIN (Società Italiana Neurologia), SIIA (Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa ), SIMI (Società Italiana Medicina Interna) e AMD (Associazione Medici Diabetologi).

Articoli collegati