Influenza 2018-19. Ancora una stagione impegnativa

Le epidemie influenzali delle ultime due stagioni sono le più pesanti degli ultimi quindici anni. Lo segnala Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, che abbiamo intervistato a Milano in un incontro organizzato da Sequirus, uno dei maggiori produttori mondiali di vaccini antinfluenzali.

Quest’anno in Italia si sono registrati 7.610.000 casi di influenza, 730 casi gravi e 170 deceduti per cause collegabili alla sindrome influenzale. In questa cartina si vede la distribuzione del maggior numero di casi gravi e decessi da influenza confermata nelle diverse regioni italiane.

LOMBARDIA

  • Casi gravi 133
  • Decessi 21

EMILIA ROMAGNA

  • Casi gravi 74
  • Decessi 46

LAZIO

  • Casi gravi 69
  • Decessi 15

VENETO

  • Casi gravi 62
  • Decessi 20

PUGLIA

  • Casi gravi 45
  • Decessi 5

 

Per quanto riguarda i casi gravi, registrati dalla rete italiana di sorveglianza sull’influenza Influnet, il 63% è di sesso maschile e l’età media è pari a 62 anni. Nell’84% dei casi gravi e nell’89% dei deceduti era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, obesità ecc.) e l’81% dei casi risultava non vaccinato.

Ultima modifica:

Giornalista professionista specializzato in editoria medico-scientifica, editor, formatore.

    Articoli collegati