Biofarma sostiene Protezione Civile e ospedali con rifornimento gratuito di gel igienizzante

In questi giorni di grande preoccupazione per la diffusione del Coronavirus, abbiamo deciso di mettere la nostra professionalità e le nostre risorse produttive al servizio del Paese per sostenere attivamente la Protezione Civile Nazionale, gli Organi Ministeriali e gli Ospedali Italiani attraverso la produzione e distribuzione gratuita del nostro gel igienizzante mani, al fine di sopperire alla mancanza di prodotto necessario ad ottemperare le misure di sicurezza predisposte dall’ordinanza del Governo Italiano”.

Questo è quanto si legge in una comunicazione diffusa ai collaboratori di Biofarma Group che informa dell’importante iniziativa di solidarietà avviata nello stabilimento friulano e Quartier Generale del Gruppo, a Mereto di Tomba (UD), e in virtù della quale l’azienda ha già prodotto una quantità di gel igienizzante mani pari a 30 mila kg.

Un’iniziativa che è stata accolta favorevolmente anche da una nota azienda friulana di trasporti, Ceccarelli Group, operativa sul mercato nazionale ed internazionale della logistica, la quale ha scelto di distribuire gratuitamente il gel igienizzante mani prodotto in Biofarma, dando vita ad una catena solidale che fa emergere la consapevolezza di quanto sia indispensabile collaborare nell’enorme sforzo che tutto il Paese sta compiendo per tutelare la salute di ognuno di noi.

«La nostra era una produzione marginale, ma quando abbiamo compreso che il gel iniziava a scarseggiare anche nelle strutture sanitarie e che molti stavano speculando sui prezzi rendendo ancor più complessa e onerosa la reperibilità del prodotto, abbiamo deciso di dedicare interi slot di produzione alla realizzazione del gel, scusandoci con i nostri Clienti che, in virtù di questa nostra decisione, hanno subito dei leggeri ritardi nella consegna dei loro ordini» – racconta Germano Scarpa.

Biofarma, azienda leader in Italia e riferimento internazionale nel comparto Health Care e Beauty Care, rende inoltre noto che le attività produttive procedono in modo regolare nel pieno rispetto di tutte le norme e misure precauzionali introdotte dal Decreto Ministeriale per arginare la diffusione dell’epidemia.

 

Ultimo aggiornamento il 18 Marzo 2020 di: Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top