Alzheimer e Parkinson, i benefici delle terapie complementari

Livio Claudio Bressan, neurologo dell’Ospedale Bassini di Milano applica da anni con successo ai malati di Parkinson e Alzheimer una serie di terapie complementari come stimolazione cognitiva, fisiochinesi terapia, musicoterapia, logopedia.

Non si tratta di un’alternativa alla medicina tradizionale, ma di un approccio complementare che punta a migliorare la qualità di vita del paziente. Per questa attività Bressan ha ricevuto il premio Rosa Camuna della Regione Lombardia.

Nella foto Bressan riceve il premio dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana (a destra).

Ultima modifica:

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

iscriviti alla nostra newsletter!
1 messaggio alla settimana
1 click per cancellarti

logo MP

ogni martedì ti invieremo le notizie più interessanti pubblicate sul sito, non daremo il tuo indirizzo a nessuno, e potrai cancellarti in ogni momento

Ottimo!
Ti abbiamo inviato una mail per confermare il tuo indirizzo.


(se non ti fosse arrivata riprova, o scrivici a news@edizioni-medicoepaziente.it)

Grazie, buona continuazione!