Emergenza coronavirus, l’impatto del lockdown su stili di vita e qualità del sonno

L’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 e le conseguenti misure per contenere l’epidemia hanno profondamente modificato abitudini e stili di vita. Il lockdown potrebbe avere un impatto sul ritmo sonno-veglia e quindi sulla qualità del sonno? Un ritmo sonno-veglia desincronizzato può essere considerato un fattore di rischio per patologie cardio-metaboliche e psichiche? Come gestire gli eventuali problemi di insonnia e quale ruolo ha il trattamento con il farmaco melatonina 2mg a rilascio prolungato?

Lo abbiamo chiesto a due clinici esperti, il professor Antonino Minervino* e il professor Giuseppe Plazzi**.

*Presidente della Società Italiana di Medicina Psicosomatica (SIMP) e responsabile scientifico alta scuola italiana per la lotta allo stigma ASILS
** Presidente Associazione Italiana di Medicina del Sonno AIMS, Dip. di Scienze Biomediche e Neuromotorie UOC Clinica Neurologica, IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche Ospedale Bellaria, Bologna

Dodici consigli per un SONNO DI QUALITÀ. Le regole di igiene del sonno a cura di AIMS.

Progetto dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno AIMS ‘’Il benessere del sonno al tempo del Coronavirus’’.

Sportello d’ascolto e sostegno per l’emergenza COVID 19 della Società Italiana di Medicina Psicosomatica (SIMP):
Tutti i giorni, sabato e domenica compresi, dalle 9.30 alle 12.30:
3534065347 per gli operatori sanitari
3534065301 per i cittadini

Ultima modifica:

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.