La vitamina C potrebbe aiutare a ridurre la perdita di massa muscolare negli anziani

Una nuova ricerca suggerisce che possa esserci una relazione tra il livello di vitamina C presente nel sangue e la conservazione della massa muscolo-scheletrica nell’invecchiamento. Lo studio, infatti, ha trovato un’associazione tra un basso livello di vitamina C e una minore presenza di massa magra. Un dato che fa ipotizzare un possibile ruolo della vitamina C nella prevenzione della sarcopenia e, più in generale, delle forme di indebolimento muscolare legate all’invecchiamento.

Lo studio

Nello studio pubblicato su The Journal of Nutrition, Ailsa Welch della University of East Anglia (UK) e colleghi hanno arruolato 13 mila persone sane di età compresa tra 42 e 82 anni comprese nel database dell’European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition di Norfolk.

La massa magra, come modello per la massa muscolo-scheletrica, è stata stimata utilizzando l’analisi dell’impedenza bioelettrica.

Le assunzioni dietetiche di vitamina C sono state calcolate dai dati del diario alimentare di una settimana ed è stata misurata la vitamina C plasmatica.

Con modelli statistici che hanno considerato i diversi fattori dietetici e biologici pertinenti, i ricercatori hanno verificato le associazioni tra i diversi livelli di vitamina C assunta con gli alimenti, la quantità di vitamina C plasmatica riscontrata (sufficiente o insufficente secodno i criteri standard) e la massa magra di ciascun partecipante.

I risultati

I valori di massa magra, espressi come percentuale della massa corporea totale erano più alti dell’1,6% negli uomini e del 3,4% nelle donne con una quantità sufficiente di vitamina C rispetto a chi aveva un apporto insufficiente di questa vitamina.

Gli autori concludono: “I nostri risultati che riportano associazioni positive per la vitamina C nella dieta e circolante con le misure della massa muscolo-scheletrica in uomini e donne di mezza età e più anziani, suggeriscono che l’assunzione di vitamina C può essere utile per ridurre la perdita muscolare correlata all’età.”

L’importanza di contrastare la sarcopenia

La sarcopenia è una condizione caratterizzata da una perdita progressiva e generalizzata della massa e della forza dei muscoli scheletrici. L’aumento dell’età è un fattore di rischio ben noto per la sarcopenia, che in tutto il mondo colpisce più di 50 milioni di persone di età superiore ai 50 anni.

Il mantenimento della forza e della funzione muscolare è riconosciuto come fattore importante per prevenire limitazioni funzionali, disabilità fisica e perdita di mobilità, meno noti, sottolineano gli autori di questo studio, sono i disturbi metabolici associati alla perdita di massa muscolare scheletrica.

Questi disturbi metabolici includono un utilizzo alterato di amminoacidi, glucosio e acidi grassi, nonché contributi all’insorgenza dell’obesità e del diabete di tipo 2. Inoltre, la sarcopenia e la perdita di massa muscolare scheletrica correlata all’età contribuiscono in modo determinante alla fragilità. Nonostante il crescente apprezzamento dell’importanza di ridurre la perdita di massa e funzione scheletrica con l’età, le attuali opzioni di prevenzione sono limitate.

Garantire un apporto dietetico sufficiente di vitamina C, concludono gli autori, promuovendo una dieta ricca di frutta e verdura può aiutare a ridurre la perdita di massa muscolo scheletrica correlata all’età e quindi avere un ampio beneficio per la salute pubblica.

 

Ultimo aggiornamento il 23 Novembre 2020 di: Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top