Pubblica assistenza milanese offre sostegno e cerca volontari per consegne a domicilio

L’Associazione di Pronto Soccorso P.as.mil. – Pubblica Assistenza Milanese scende in campo nel progetto “Milano Aiuta”, la rete di sostegno promossa dal Comune di Milano a fronte dell’emergenza sanitaria Covid-19 per offrire un aiuto concreto ai soggetti più a rischio della comunità cittadina, e  ottiene dal Municipio 6 il patrocinio dell’iniziativa e l’accoglimento della proposta di stanziamento di 3000 euro per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale per gli operatori della stessa circoscrizione.

Rispondendo alla richiesta del Comune di Milano, che ha coinvolto l’associazione nel sistema di iniziative di Palazzo Marino per fronteggiare l’emergenza, P.as.mil. ha avviato in queste ore le procedure di  reclutamento e attivazione di volontari per l’avvio di un servizio di consegna a domicilio di farmaci e beni di prima necessità in supporto di anziani, disabili e delle fasce più deboli della popolazione. Sono invece già operativi il  servizio di supporto psicologico gratuito in collaborazione con la dott.ssa Debora Mauri,  psicologa e membro volontario dell’associazione, e la linea telefonica di prossimità comunitaria

 #PASMILRISPONDE, il  servizio di assistenza informativa gratuito attivo tutti i giorni dalle 18:00 alle 20:00 al numero 3202695249 (o tramite mail info@pasmil.org), che informa la comunità locale sugli aspetti logistico-organizzativi delle procedure di pubblica sanità e sui servizi degli operatori privati legati all’emergenza Covid-19.

“P.as.mil ha tra i suoi valori fondanti la cura e l’amore per la comunità attraverso l’assistenza – ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Alessio Cortiana – In questo momento di emergenza è essenziale che ognuno dia il suo contributo: portare un sostegno ai nostri concittadini più fragili, attraverso il servizio a domicilio e il supporto psicologico, e orientare la comunità attraverso la nostra linea di assistenza telefonica, ci permette di metterci  concretamente al servizio della comunità nel suo momento di maggior bisogno, realizzando la nostra mission associativa.”

“Io, il Presidente Cortiana e tutti i giovani volontari di P.as.mil ringraziamo il Municipio 6 per aver accolto nella giornata di ieri la nostra proposta di stanziamento di fondi, decidendo di mettere a disposizione 3000 euro per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale – ha dichiarato il Dott. Marco Fumagalli, Direttore Sanitario di P.as.mil. “ I DPI sono strumenti fondamentali per proteggere gli operatori sanitari e garantire in tutta sicurezza la continuità del servizio, considerata sia la grande esposizione al rischio di contagio e sia la connessa problematica del rendere essi stessi vettori dell’infezione nei confronti di soggetti già deboli”.

Ultimo aggiornamento il 20 Marzo 2020 di: Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.