Apnee notturne, un rischio per salute e sicurezza

L’apnea ostruttiva del sonno (OSAS) riguarda il 24% della popolazione di sesso maschile e il 9% di quella femminile. In Italia si stima che ci siano 1 milione e 600mila pazienti che avrebbero necessità di una terapia per questo disturbo. L’OSAS è un fattore di rischio indipendente per ipertensione arteriosa e un fattore di rischio cardiovascolare.

La presenza di apnee notturne compromette la qualità del sonno e può dar luogo a sintomi come cefalea, difficoltà di concentrazione, deficit di attenzione e sonnolenza diurna. Questo aspetto rappresenta un importante fattore di rischio per incidenti sul lavoro e soprattutto per la guida di autoveicoli. Secondo l’Automobil Club l’eccessiva sonnolenza è associata a un quinto degli incidenti stradali e soprattutto è una delle principali cause di incidenti mortali in autostrada. L’Italia ha quindi recepito una Direttiva Europea con un Decreto legge che prevede che “la patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti affetti da apnee ostruttive notturne, che determinano una grave  e incoercibile sonnolenza diurna…”

Il punto su questa patologie e le sue implicazioni è stato fatto a Milano in un incontro patrocinato dalla Fondazione Mondo Respiro. Nel convegno è stato presentato  un nuovo portale di informazione (App4Health) che offre agli utenti la possibilità di accedere rapidamente a screening, diagnosi e strumenti terapeutici.

Dai nostri dati emerge chiaramente come in Italia la patologia, oltre che poco conosciuta, sia poco diagnosticata” ha evidenziato Andrea Benedetti, Business Manager di App4Health. “A fronte dell’88% di pazienti in cura in Francia, all’85% in Germania e il 71% in Spagna, i pazienti affetti da apnee nel sonno in terapia in Italia sono solo il 17%. Questo significa la presenza di una grande quantità di persone, in prevalenza uomini, che stanno, senza saperlo, mettendo a rischio la propria salute e la propria sicurezza oltre che, in certa misura, anche la sicurezza altrui”.

App4Health è un’azienda del gruppo SOL che nasce dall’esperienza di Vivisol, uno dei principali gruppi europei specializzati nelle cure domiciliari.