Alzheimer, i farmaci antipsicotici possono aumentare il rischio di trauma cranico

Un nuovo studio ha rilevato nei pazienti con malattia di Alzheimer che fanno uso di farmaci antipsicotici un rischio maggiore del 29% di trauma cranico e del 22% di lesioni traumatiche cerebrali rispetto a quelli che non assumono questi farmaci. “Come effetti avversi – spiega Vesa Tapiainen, ricercatore dell’Università della Finlandia Orientale, primo autore dello studio – gli antipsicotici possono causare sedazione, ipotensione ortostatica e

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
captcha
*Campo obbligatorio

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.